+39 011.4347273

Stagione teatrale

18 Feb 2017

24/02/17 – CIRCO DI FAMIGLIA

/
Pubblicato da
/
Commenti0

L’Associazione Teatrale dharMadRama nasce nel 2011, per volontà di un gruppo di 4 amici provenienti dalla stessa scuola di recitazione, col desiderio di portare in scena testi teatrali originali e poco rappresentati: la sede sociale è a Pianezza (To). Nell’ottobre 2011 debutta con “COSTRUTTORI D’IMPERI” di Boris Vian, con la regia di Gianfranco Calcagno, mantenendola in allestimento fino a tutta la stagione 2012/2013: i Costruttori sono gli uomini avventurosi, potenti, ricchi, che gli imperi li fanno e disfanno. O anche il contrario: i Costruttori sono i poveri diavoli, siamo tutti noi. Proseguendo sulla stessa linea, nella Stagione Teatrale 2013/2014 e con un organico arricchito da nuovi elementi, la Compagnia dharMadRama presenta al pubblico “L’ISOLA DEGLI SCHIAVI” di Pierre de Marivaux, con la regia di Federica Martoglio: una commedia filosofica del 1725 che affronta la tematica dei rapporti fra servi e padroni, scrutando nell’animo dell’uomo e osservandolo dimenarsi per opporsi ai condizionamenti sociali. Il lavoro, rappresentato per la prima volta a Parigi nel 1725, e reso noto in Italia dall’edizione di Strehler del ’94, è un perfetto connubio tra illuminata opera morale e gioiosa commedia dell’arte. Nella Stagione Teatrale 2015/2016 un nuovo allestimento: “BLECCAUT”, con la regia di Marco Scoffone. Un testo elaborato da dharMadRama che, attraverso la commedia giocosa, mette in evidenza quanto il mondo sia governato dall’immagine e che chiunque, immerso nel buio totale, si senta privato della propria sicurezza: solo chi ha sempre vissuto oltre l’apparenza riesce “vedere oltre la maschera” e quindi la verità. Nell’attuale stagione 2016/2017 il nuovo allestimento “CIRCO DI FAMIGLIA” con la regia di Marco Scoffone, sarà pronto per fine Novembre 2016.
Gli attori della compagnia, dal 2011 ad oggi, hanno continuato a recitare in allestimenti di altri gruppi teatrali con cui collaborano da anni.

Trama
L’anniversario di matrimonio di Eva e Adam, diventa l’occasione per una  riunione di famiglia alla quale partecipano le due figlie, Jessy e Marion, con relativi partner, e la zia Clara, sorella di Adam, con consorte. Una famiglia apparentemente unita che, agli occhi dei vicini, incarna la famiglia perfetta ma, come spesso succede, non tutto è così come appare. L’amore è il cemento che dovrebbe unire gli otto convenuti, ma un dubbio si insinua: fra contrasti, vecchi rancori, diversità di caratteri, attitudini e aspirazioni che emergono, insieme alle debolezze e presunzioni di ognuno, c’è ancora affetto o solo sopportazione? La famiglia è il tema principale della commedia; una famiglia come tante altre, nel bene e nel male, dove, fin dall’inizio quello che emerge con forza è l’incomunicabilità che tra ironia, paradossi e banalità, caratterizza tutta la commedia in un crescendo fino all’epilogo finale. La frase che pare Adam ami dire è: “La persona con la quale decidi di dividere la tua vita, inevitabilmente, si rivela la peggiore scelta possibile”.
Egoismo e solitudine sono il cibo di cui si saziano i personaggi e quella che dovrebbe essere una lieta occasione non fa altro che evidenziare quell’incomunicabilità che ha accompagnato da sempre i rapporti interpersonali. E così tra liti e incomprensioni, in un clima quasi surreale e al limite dell’assurdo, prende corpo  il dubbio di un possibile omicidio: forse è solo un pensiero remoto che si insinua, per un istante, nella mente collettiva nella speranza che, alla fine, l’affetto primordiale emerga salvando i protagonisti dal deserto dei sentimenti. (nonostante l’apparenza è una commedia dinamica e anche divertente)

Per info e prenotazioni:
Gabriella x dharMadRama
339.2681836
Locandina

24 febbraio 2017 | ore 21:00
12€ | Ingresso intero
10€ | Ingresso ridotto (over 60, bambini, studenti)